Risultato annuale e investimenti netti 2024

Origine del saldo finanziario basato sul conto economico e sul conto degli investimenti  in mia. CHF

RISULTATO ANNUALE

Nel preventivo 2024 il conto economico presenta un disavanzo di 291 milioni. Per il 2023 era ancora stato iscritto un utile di 339 milioni. Le entrate correnti crescono in misura nettamente meno marcata rispetto alle uscite correnti (rispettivamente +2,1 % e +3,3 %). Di conseguenza, il contributo finanziario proveniente dal conto economico (autofinanziamento) diminuisce da 3,7 miliardi a 2,9 miliardi. Rimangono invece ampiamente stabili le modifiche di valutazione dei beni amministrativi. Si tratta in particolare di ammortamenti e di utili contabili da partecipazioni.

INVESTIMENTI NETTI

Nel 2024 gli investimenti netti crescono da 8,5 a 9,5 miliardi in seguito a un apporto unico di capitale alle FFS (1,2 mia.) per stabilizzare la situazione finanziaria dell’impresa. Senza l’apporto di capitale, rispetto al preventivo 2023 gli investimenti diminuiscono (-0,2 mia.), segnatamente grazie alla contrazione delle uscite per il traffico stradale e i trasporti pubblici, dei mutui accordati alla Fondazione per gli immobili delle organizzazioni internazionali (FIPOI) e del Programma edifici.

SALDO FINANZIARIO

Nel preventivo 2024 l’autofinanziamento dal conto economico (differenza tra entrate e uscite correnti) non sarà sufficiente per finanziare gli investimenti netti previsti (differenza tra entrate e uscite per investimenti). È quindi preventivato un deficit di finanziamento di 6,6 miliardi, riconducibile alle ingenti uscite straordinarie (totale: 6,4 mia). Si tratta tra l’altro del piano di salvataggio per Axpo Holding AG (4 mia.) , dell’apporto unico di capitale alle FFS (1,2 mia.) e dei contributi ai Cantoni per le persone in cerca di protezione provenienti dall’Ucraina (1,2 mia.).

Nel bilancio ordinario il deficit di finanziamento ammonta a 493 milioni. In tal modo si raggiunge il limite  ammesso dal freno all’indebitamento sul piano congiunturale (-497 mio.). Per rispettare il freno all’indebitamento, per l’anno di preventivo 2024 e il periodo del piano finanziario il Consiglio federale ha adottato misure correttive per circa 2 miliardi, che comprendono anche riduzioni lineari e la rinuncia all’adeguamento al rincaro sulle uscite debolmente vincolate.

INVESTIMENTI TOTALI DELLA CONFEDERAZIONE

La Confederazione finanzia quasi due terzi dei suoi investimenti tramite il proprio conto. Il rimanente proviene da fondi alimentati dal bilancio federale. Per avere una visione d’insieme dell’attività d’investimento è necessario prendere in considerazione gli investimenti dei fondi.

Nel 2024 gli investimenti totali raggiungeranno 16,4 miliardi e rappresenteranno quindi circa il 18 per cento delle uscite ordinarie della Confederazione (escluso il piano di salvataggio per il settore dell’energia elettrica: 12,4 mia.). Il 40 per cento delle uscite per investimenti confluisce nelle infrastrutture di trasporto, in parte tramite il FIF e il FOSTRA (traffico d’agglomerato) e in parte attraverso il conto della Confederazione (conferimento al FOSTRA per la costruzione di strade nazionali). Altri mezzi sono impiegati per la promozione delle energie rinnovabili e dell’efficienza energetica mediante il Fondo per il supplemento rete.

Dati

Downloads

Ultima modifica 21.08.2023

Inizio pagina