Attualità

Versamenti di compensazione per il 2021

L’Amministrazione federale delle finanze (AFF) ha calcolato i versamenti di compensazione dei singoli Cantoni per il 2021, che complessivamente ammontano a 5,2 miliardi di franchi. Rispetto all’anno precedente si osserva dunque un calo di 76 milioni. L’incremento maggiore dell’indice delle risorse riguarda i Cantoni di Zugo, Appenzello Interno e Berna, mentre il calo più netto tocca i Cantoni di Ginevra, Svitto e Nidvaldo. I calcoli vengono sottoposti ai Cantoni per parere.

Il 2021 sarà il secondo anno di transizione della riforma della perequazione finanziaria 2020. Rispetto all’anno precedente il valore di riferimento della dotazione minima garantita verrà abbassato dall’87,7 all’87,1 per cento della media svizzera. Nel contempo aumenteranno i contributi destinati alla perequazione dell’aggravio sociodemografico e verranno effettuati per la prima volta pagamenti ai Cantoni finanziariamente deboli per attenuare le ripercussioni finanziarie della riforma. Di conseguenza, nel 2021 i versamenti di compensazione calcolati su questa base ammonteranno complessivamente a 5,2 miliardi di franchi, ovvero a circa 76 milioni in meno rispetto al 2020.

Tabella: Versamenti di compensazione

Perequazione delle risorse – calo dei versamenti di compensazione

Nel 2021, secondo anno di transizione della riforma della perequazione finanziaria 2020, il valore di riferimento della dotazione minima garantita verrà abbassato dall’87,7 all’87,1 per cento della media svizzera. A seguito di questa riduzione (-208 mio.) e della diminuzione delle disparità (-112 mio.), la dotazione calerà superando la crescita per effetto del potenziale di risorse in aumento (+110 mio.). A saldo i versamenti di compensazione ai Cantoni finanziariamente deboli diminuiranno quindi di 210 milioni a 4,1 miliardi di franchi (-4,9 %). Il 60 per cento dell’importo sarà finanziato dalla Confederazione e il 40 per cento dai Cantoni finanziariamente forti. Per la perequazione delle risorse del 2021 sono determinanti gli anni di calcolo 2015, 2016 e 2017. Le conseguenze della pandemia di coronavirus non hanno dunque ancora ripercussioni sulle presenti cifre. 

Rispetto al 2020, nel 2021 l’indice delle risorse aumenterà in 14 Cantoni e diminuirà in 12. I Cantoni di Zugo (+4,0 punti), Appenzello Interno (+3,5 punti) e Berna (+2,8 punti) registrano gli incrementi più significativi, mentre le diminuzioni più nette toccano i Cantoni di Ginevra (5,9 punti), Svitto (5,6 punti) e Nidvaldo (4,5 punti). Tutti i Cantoni con un indice delle risorse inferiore a 70 punti dopo la perequazione delle risorse raggiungeranno la dotazione minima garantita dell’87,1 per cento. Ciò concerne, nel 2021, i Cantoni del Giura e del Vallese.

Aumento della perequazione dell’aggravio sociodemografico

Nel 2021 il contributo della Confederazione alla compensazione degli oneri ammonterà a circa 721 milioni di franchi. Metà di quest’importo verrà utilizzato per la perequazione dell’aggravio geotopografico e metà per la perequazione dell’aggravio sociodemografico. A seguito del rincaro negativo, la compensazione degli oneri diminuirà dell’1,1 per cento rispetto al 2020 (rincaro rispetto al mese di aprile 2020).

Nel 2021 la parte destinata alla perequazione dell’aggravio sociodemografico sarà aumentata di altri 80 milioni di franchi. Questo incremento è legato alla riforma della perequazione finanziaria 2020. L’importo è sancito nella legge e non viene adeguato al rincaro. Nel complesso, 360 milioni di franchi riguardano dunque la perequazione dell’aggravio geotopografico e 440 milioni di franchi la perequazione dell’aggravio sociodemografico.

Nuove misure temporanee

Con il passaggio al nuovo sistema di perequazione finanziaria, nel 2008 è stata introdotta la compensazione dei casi di rigore. Dal 2016 l’importo versato da Confederazione e Cantoni per la compensazione dei casi di rigore viene ridotto ogni anno del 5 per cento rispetto all’importo iniziale. Pertanto, nel 2021 la compensazione dei casi di rigore diminuirà di 17 milioni per attestarsi a 245 milioni di franchi.

Per attenuare le ripercussioni finanziarie della riforma della perequazione finanziaria 2020, dal 2021 si applicherà lo strumento delle misure di attenuazione limitate nel tempo. I relativi importi sono sanciti nella legge e finanziati dalla Confederazione. Nel 2021 verranno effettuati versamenti pari a 80 milioni di franchi a 18 Cantoni finanziariamente deboli.

Indagine conoscitiva presso i Cantoni

Il rapporto è sottoposto ai Cantoni per parere. La Conferenza dei direttori cantonali delle finanze (CDCF) si pronuncerà su questi calcoli nell’ambito dell’assemblea plenaria del 25 settembre 2020 e presenterà un rapporto al Dipartimento federale delle finanze (DFF). A seguito dell’indagine conoscitiva queste cifre potrebbero cambiare. Successivamente il Consiglio federale adeguerà l’ordinanza concernente la perequazione finanziaria e la compensazione degli oneri (OPFC) e la porrà in vigore con effetto al 1° gennaio 2021.

Brochure

Ultima modifica 26.11.2020

Inizio pagina

https://www.efv.admin.ch/content/efv/it/home/themen/finanzausgleich/aktuell.html