Nuovo modello di gestione NMG

In breve

Alla luce delle esperienze raccolte con il programma GEMAP (Gestione mediante mandatidi prestazioni e preventivo globale) è stato sviluppato un modello di gestione nuovo e completo per l’Amministrazione federale. La gestione dell’Amministrazione orientata agli obiettivi e ai risultati dovrà migliorare la trasparenza e la manovrabilità a tutti i livelli. Il NMG sarà introdotto con effetto al 1° gennaio 2017.

Obiettivi generali

Con il Nuovo modello di gestione dell’Amministrazione federale (NMG) la gestione finanziaria dovrebbe essere ulteriormente migliorata. Le conquiste ottenute con il Nuovo modello contabile e il freno all’indebitamento dovranno essere completate con un processo di preventivazione e di pianificazione finanziaria maggiormente orientato a prestazioni e, perquanto possibile, a effetti («performance budgeting»). Gli obiettivi generali del NMG sono:

  • migliorare la gestione e l’esecuzione finanziaria tramite il rafforzamento della pianificazione a medio termine e l’interazione dicompiti e finanze, risorse e prestazioni a tutti i livelli (Parlamento, Consiglio federale e Amministrazione);
  • sviluppare ulteriormente l’orientamento verso i risultati della gestione e della cultura dell’Amministrazione grazie al potenziamento della responsabilità individuale delle unità amministrative per quanto concerne la fornitura di prestazioni nonché a maggiori spazi di manovra nell’impiego delle risorse;
  • migliorare l’economicità e l’efficienza in seno all’Amministrazione federale.

Strumenti di gestione nuovi e modificati

Con il NMG si intende sviluppare ulteriormente, in modo mirato e con l’ausilio di mezzi semplici e pragmatici, la gestione dell’Amministrazione federale. Quali strumenti di gestione nuovi o modificati sono previsti:

  • preventivo con Piano integrato dei compiti e delle finanze (PICF) come nuova rappresentazione del preventivo secondo unità amministrative e gruppi di prestazione;
  • preventivi globali per il settore proprio di tutte le unità amministrativa con gruppi di prestazione e obiettivi stabiliti nel preventivo con PICF;
  • convenzioni annuali sulle prestazione tra dipartimento e Ufficio per l’interazione e l’attuazione di obiettivi politici e aziendali.

Per armonizzare ancora meglio la pianificazione finanziaria, materiale e delle risorse, gli altri strumenti e processi sono sottoposti ad adeguamenti mirati.

Ripartizione dei compiti tra Consiglio federale e Parlamento

La chiara ripartizione dei compiti tra Consiglio federale e Parlamento è determinante per il successo del NMG. In particolare occorre rafforzare esemplificare il dialogo sulla pianificazione e sulla gestione a medio termine di compiti e finanze, senza tuttavia confondere le responsabilità tra Esecutivo e Legislativo.Sul piano finanziario le competenze del Parlamento rimangano immutate, ma non i contenuti delle decisioni. È fuori discussione che la decisione annuale dei crediti a preventivo spetti sempre al Parlamento. I decreti distanziamento costituiscono tuttora il fulcro della gestione del bilancio. Il Parlamento disporrà di maggiori informazioni concernenti le prestazioni e, se necessario, potrà adottare al riguardo decisioni mirate.

Prospettive

Il primo preventivo 2017 con PICF 2018-2020 è stato allestito secondo i tempi previsti. Il Nuovo modello di gestione dell’Amministrazione federale può quindi essere applicato a partire dal 1° gennaio 2017, come pianificato.

Ultima modifica 22.09.2017

Inizio pagina

https://www.efv.admin.ch/content/efv/it/home/themen/projekte/nfb.html